Versione stampabileSegnala a un amico

Haloterapia deriva da una parola greca, Halos, che significa Sale. Le origini della haloterapia sono antichissime, già si trovano notizie in merito nell’antica Roma e nel Medioevo.

Certamente tra i maggiori cultori del benessere psico-fisico come oggi noi lo conosciamo, possiamo annoverare Greci, Romani, Arabi che hanno tramandato insegnamenti salutistici e trattamenti ancora oggi praticati. I popoli che storicamente hanno vissuto intorno alle rive del Mar Mediterraneo ci hanno lasciato innumerevoli segni della presenza di stazioni balneari nate a scopo terapeutico. Ma anche negli altri continenti, popolazioni del tutto diverse tra loro hanno giovato delle ricchezze che il mare riesce a donare.

Nelle aree del pianeta molto interne e lontane dai mari, altri metodi hanno consentito di preservare il benessere e la salute. Ci sono registrazioni di un miglioramento della respirazione dei minatori in epoca romana e medievale.

Pensate che i monaci del medioevo portavano i malati nelle grotte di sale per permettere loro di respirare le particelle di sale generate dalla rottura delle stalattiti.

Nel XIX secolo questo trattamento ebbe un picco di popolarità poiché fu riscontrato che i minatori delle grotte di sale in Polonia presentavano una notevole riduzione, rispetto alla popolazione in generale, delle patologie polmonari. Inoltre i primi studi scientifici sul microclima delle grotte di sale si possono far risalire al fisico polacco F. Bochkowsky nel 1843Il Dr Feliks Boczkowski studiando gli effetti curativi di bagni in acqua salata, scrisse nel 1843 che i minatori operanti nelle miniere di Wieliczka non soffrivano di malattie polmonari e il suo successore istituì un centro benessere sulla base di queste osservazioni. L’uso moderno di questa terapia iniziò in Germania, quando il dottor Karl Hermann Spannagel notò il miglioramento della salute dei suoi pazienti dopo che si erano nascosti nella grotta carsica Kluterthöhle per sfuggire ai pesanti bombardamenti. E’ oggi praticato in luoghi come Bystrianska in Slovacchia, Wieliczka in Polonia e Solotvyno in Ucraina.

Oggi l’haloterapia è una terapia considerata in alcuni paesi europei un vero e proprio trattamento sanitario soprattutto per le malattie del sistema respiratorio.

Il trattamento è adatto a tutti senza restrizioni di età, e può aiutare persone con diverse problematiche respiratorie e particolari condizioni dermatologiche. Una seduta in una grotta di sale equivale a tre giorni di aria di mare. Le grotte di sale sfruttano degli halogeneratori o micronizzatore di sale, macchine altamente sviluppate che micronizzano il sale medicale in particelle di dimensioni micrometriche a secco, ionizzano le particelle e le rilasciano nell’ aria. Particelle di sale di dimensioni 0,1-2,5 micrometri sono in grado di sfuggire alle difese naturali delle vie aeree superiori e di viaggiare in profondità nei polmoni al livello degli alveoli.

La ”grotta di sale” è un trattamento 100% naturale eseguito in un ambiente controllato, è da considerarsi a tutti gli effetti un metodo naturale in grado di generare uno stato di benessere psicofisico che NON sostituisce in qualsiasi maniera eventuali terapie mediche o farmacologiche in atto.